Cosa significa manutenzione correttiva o manutenzione a guasto

La Manutenzione Correttiva, nota anche come manutenzione a guasto rappresenta una forma di manutenzione reattiva. Questo metodo, pur essendo il più semplice, è anche il più antico per la gestione degli asset. Consiste nell’intervenire su un impianto o una macchina solo dopo che si è verificato un guasto.

Questa strategia di manutenzione è particolarmente efficace per sistemi non critici e facilmente riparabili a basso costo. In tali casi, può essere conveniente aspettare che si verifichi un guasto anziché adottare un approccio più sofisticato, come un piano di manutenzione preventiva. Questo perché i benefici derivanti dalla riduzione dei tempi di inattività dell’impianto e dall’ottimizzazione della produzione non giustificano il costo aggiuntivo associato a una strategia più avanzata.

La Manutenzione Correttiva prevede l’individuazione del componente difettoso e la sua sostituzione o riparazione al fine di ripristinare il corretto funzionamento della macchina o dell’impianto.

Definizione della Manutenzione Correttiva

La Manutenzione Correttiva rappresenta un insieme di azioni manutentive volte a ripristinare lo stato originario di un sistema dopo la manifestazione di un guasto o un’avaria. Queste azioni non mirano a migliorare le prestazioni o la produttività dell’asset, ma piuttosto a riportarlo alle condizioni precedenti al guasto.

Differenza tra Manutenzione Preventiva e Correttiva

La Manutenzione Preventiva e la Manutenzione Correttiva sono due politiche di manutenzione principali, e vale la pena esaminare le loro differenze.

La Manutenzione Correttiva è una strategia più antica, basata sull’intervento reattivo dopo il guasto. La Manutenzione Preventiva, invece, è una versione evoluta della Manutenzione Correttiva ed è mirata a prevenire i guasti attraverso ispezioni regolari, pulizie e altre attività. L’obiettivo è estendere il ciclo di vita degli asset e ridurre le fermate non pianificate.

La differenza fondamentale tra le due strategie è il momento in cui si interviene e l’obiettivo dell’intervento: la Manutenzione Preventiva anticipa il guasto per migliorare le prestazioni e la produzione, mentre la Manutenzione Correttiva interviene solo quando è troppo tardi per prevenirlo.

Benefici della Manutenzione Correttiva

Nonostante le preferenze generali per altre strategie di manutenzione, come quella preventiva, la Manutenzione Correttiva ha comunque alcuni vantaggi. Spesso, una combinazione di entrambe le strategie è la scelta migliore per ottimizzare costi e produzione. I principali benefici della Manutenzione Correttiva includono:

  • Contenimento dei Costi: Può generare risparmi evitando gli investimenti preventivi, ispezioni e pulizie.
  • Rafforzamento della Produzione: Quando applicata in modo mirato, può contribuire a mantenere la produzione senza costi eccessivi.
  • Flessibilità: Può essere adatta a macchinari non critici e a basso costo, dove una manutenzione più sofisticata sarebbe eccessiva.

Tuttavia, è importante considerare i rischi associati alla Manutenzione Correttiva, come fermi improvvisi, danni estesi e maggiore complessità organizzativa.

Svantaggi della Manutenzione Correttiva

Ci sono numerosi aspetti discutibili associati alla Manutenzione Correttiva, tra cui:

  • Esposizione ai Fermi Macchina: gli impianti sono più esposti a fermi improvvisi, che possono avere effetti negativi su altre parti del sistema.
  • Tempi di Riparazione Prolungati: le riparazioni improvvise richiedono spesso più tempo, ostacolando la produzione.
  • Gestione delle Risorse: l’allocazione del personale e dei ricambi può essere inefficiente a causa dei guasti imprevisti.

La necessità di affidarsi a un servizio professionale di manutenzione correttiva può essere particolarmente vantaggiosa per diverse tipologie di aziende o settori di applicazioni. In generale, qualsiasi settore in cui vi siano apparecchiature o macchinari critici per il processo produttivo, la sicurezza o la continuità operativa può trarre vantaggio dall’adozione di un servizio professionale di manutenzione correttiva. Questo contribuisce a ridurre i tempi di inattività, migliorare l’efficienza e garantire che le operazioni continuino senza intoppi.

Ecco alcuni esempi:

  • Produzione Industriale: Le aziende manifatturiere con macchinari complessi possono beneficiare della manutenzione correttiva per evitare fermi produttivi improvvisi e costosi.
  • Settore Sanitario: Gli ospedali e le strutture mediche devono garantire che le apparecchiature mediche siano sempre operative per fornire cure efficaci ai pazienti.
  • Trasporti: Le aziende che gestiscono flotte di veicoli, come compagnie di trasporto e logistica, devono mantenere i loro mezzi in condizioni ottimali per garantire la consegna tempestiva delle merci.
  • Industria Alimentare: In questo settore, è fondamentale mantenere le attrezzature in perfetto stato per garantire la sicurezza alimentare e la qualità dei prodotti.
  • Energia: Le centrali elettriche e le aziende del settore energetico devono evitare guasti alle apparecchiature per garantire la continuità dell’alimentazione elettrica.
  • Edilizia e Manutenzione degli Edifici: Le imprese edili e le aziende di manutenzione degli edifici dipendono dalla manutenzione correttiva per risolvere problemi strutturali o imprevisti.
  • Settore IT: Le aziende che gestiscono infrastrutture informatiche complesse devono reagire rapidamente ai guasti per evitare interruzioni dei servizi.
  • Trasporto Ferroviario e Aereo: Compagnie ferroviarie e aeree devono mantenere le loro flotte operative in modo sicuro per la mobilità dei passeggeri.
  • Industria Chimica: Settori come l’industria chimica richiedono attenzione costante per evitare incidenti e garantire la sicurezza.
  • Agricoltura: Le aziende agricole possono utilizzare la manutenzione correttiva per risolvere problemi sui macchinari agricoli essenziali per la produzione.

Applicazione della Manutenzione Correttiva

La Manutenzione Correttiva è adatta a:

  • Asset non Fondamentali: Asset sostituibili senza pregiudicare il funzionamento dell’impianto.
  • Asset con Ciclo di Vita Breve: Asset progettati per una durata limitata.
  • Asset Usa e Getta: Prodotti a basso costo destinati a un uso singolo.
  • Asset a Bassa Capitalizzazione: Asset con basso valore iniziale.

In conclusione, la Manutenzione Correttiva ha vantaggi e svantaggi, ed è spesso preferibile integrarla in una strategia più ampia che comprenda anche la Manutenzione Preventiva per ottenere un equilibrio tra costi di manutenzione ed efficienza produttiva. Questa decisione dovrebbe essere basata sulla natura degli asset e sulla valutazione dei rischi.

Condividi